Istruzione ed Università
Settembre 1, 2020
Tutela delle Acque
Settembre 1, 2020

Occupazione

Innalzare la professionalità delle figure già presenti sul territorio, rilanciare l’occupazione nel mondo dell’agricoltura, della viticoltura e dell’enogastronomia da parte dei giovani attraverso un’offerta formativa universitaria e sviluppare certi settori non ancora presenti in Valle istituendo dei corsi di formazione sui Fondi Europei.

 

La tematica dell’occupazione è indispensabile e va sviluppata in modo attento e preciso. Marco Carrel e la sua squadra hanno individuato due diversi approcci: il primo, partire dalle possibilità già presenti in Valle, andando ad innalzare la professionalità delle figure professionali presenti sul terrirorio e a rilanciare l’occupazione nel mondo dell’agricoltura, della viticoltura e dell’enogastronomia da parte dei giovani, attraverso un’offerta universitaria che li formi e li specializzi in quei settori indispensabili per lo sviluppo della nostra Regione. L’attrattiva generata dalle particolarità dei corsi proposti dal nuovo Polo Universitario sarà sicuramente importante e potrà attirare sul territorio aostano professionisti qualificati e competenti.

 

E’ tuttavia essenziale sviluppare certi settori non ancora presenti in Valle ed ecco il secondo approccio ideato da Marco Carrel e dai suoi collaboratori: istituire corsi di formazione sui Fondi Europei, per fornire un’adeguata preparazione ai dipendenti pubblici e regionali ed avere in tal modo una classe dirigente competente e formata. L’obiettivo di questo progetto è quello di fornire conoscenze e competenze professionali sui finanziamenti europei, nonché le tecniche per presentare proposte progettuali in risposta ai bandi della Commissione europea così da sfruttare tutte le opportunità che la programmazione europea offre per lo sviluppo del nostro territorio e dei nostri Comuni, che sempre più dipendono da politiche europee e non nazionali.

 

Sarà inoltre necessario focalizzarsi su un piano di rilancio della bassa Valle, la quale ha bisogno di imprese che investano sull’innovazione e sul lavoro smart, ed avviare degli studi di mercato per ideare un piano industriale mirato. 

383 766 284