Orgogliosamente Votornen
Ottobre 25, 2020
Kamala Harris: la prima donna Vice-Presidente degli Stati Uniti fa la storia
Novembre 9, 2020

Joe Biden è il nuovo inquilino della Casa Bianca

Joe Biden è il 46° Presidente degli Stati Uniti d’America. Nasce il 20 novembre 1942 in Pennsylvania in una famiglia cattolica di origini irlandesi. Si laurea nel 1965 in Scienze Politiche presso l’Università di Newark per poi specializzarsi in Legge nel 1968 a Syracuse, nello stato di New York. La sua carriera politica inizia nel 1970, anno in cui viene eletto al Consiglio della contea di New Castle, nel Delaware, e nel 1972 diventa Senatore del Partito Democratico proprio in rappresentanza di questo Stato. Manterrà l’incarico fino al 2008 quando diverrà il Vice-Presidente di Barack Obama, il quale ha dichiarato di averlo scelto perché cercava “un leader capace di mettere i sogni della gente comune davanti a tutto”. Oggi è il più anziano Presidente degli Usa ad entrare in carica per il primo mandato e come ha affermato il giornalista Beppe Severgnini è “il nonno giovanile che serve ora all’America” (figura che amerebbe molto l’Italo Svevo del Vegliardo). 

 

Per quanto riguarda la sua politica, Biden fa parte dell’area moderata del Partito Democratico. Riguardo il tema dell’aborto è un cattolico pro-choice che nel corso delle primarie non si è dichiarato in disaccordo relativamente al finanziamento pubblico per i centri che lo praticano. Il neo Presidente non ha intenzione di edificare ulteriori porzioni del muro con il Messico. Inoltre non vuole aggiungere maggiori tasse per chi ha un reddito inferiore a 400.000 dollari, anche se tuttavia intende abolire certi tagli fiscali voluti dall’amministrazione Trump a favore dei ricchi, così da poter finanziare importanti piani per il clima, l’istruzione e l’assistenza sanitaria. Biden è contrario alla pena di morte e durante la campagna per le primarie ha detto di voler abolire prima quella federale e successivamente anche quella dei singoli Stati. Biden vuole anche rientrare subito nell’accordo di Parigi sul clima

 

Fattore determinante della vittoria di Biden è stata la pandemia. La disastrosa gestione da parte del tycoon della Covid-19 gli è stata fatale. Tutte le elezioni, svolte nel drammatico scenario del Coronavirus, hanno portato alla vittoria chi ha saputo tutelare meglio la salute dei propri cittadini: dalle elezioni regionali italiane alla grande vittoria, con maggioranza assoluta, della laburista neozelandese Jacinda Ardern. La più grande democrazia del mondo non poteva fare eccezione. Infatti Biden, nel suo discorso della vittoria, ha dichiarato che si dedicherà con il massimo degli sforzi per combattere la pandemia e che nominerà immediatamente una squadra di scienziati ed esperti come consiglieri. La vittoria è stata consegnata a chi ha dichiarato di assumere e non di licenziare il grande immunologo Anthony Fauci: il valore dell’essere umano, l’empatia e la scienza hanno vinto.

Auguriamo un buon lavoro a Biden, il Presidente di tutti che ha l’obiettivo di unire e di curare l’anima dell’Occidente.         

 

Gian Marco Parrella

383 766 284