Tutela e valorizzazione del patrimonio materiale ed immateriale
Settembre 1, 2020
Orgogliosamente Votornen
Ottobre 25, 2020

Brand VDA

brand Valle d'Aosta

“La Valle d’Aosta non deve offrire una vacanza ma un’esperienza”

Progettazione di pacchetti mirati per aumentare la nostra offerta in ambito turistico, presentando ai visitatori il brand “Valle d’Aosta”, un pacchetto unico che contenga diversi servizi ed offerte per dare un’esperienza a 360° di quello che il nostro territorio e la nostra cultura può offrire.

 

Il turismo è senza dubbio uno dei settori più importanti per lo sviluppo dell’economia di un territorio. Confrontando l’economia turistica con gli altri settori economici valdostani è possibile notare che il settore turistico-commerciale genera circa il 24% della ricchezza totale, pari a 4.902 milioni di euro. E’ pertanto un settore da valorizzare maggiormente e su cui è necessario investire, in modo tale da mantenerlo competitivo e sfruttare le sue potenzialità.

In Valle d’Aosta il peso del settore turistico-commerciale sul totale regionale è maggiore rispetto al rapporto italiano ed è in continua crescita, come dimostrano i dati ISTAT e RAVA, pertanto il turismo e il commercio in Valle d’Aosta hanno un considerevole valore in termini economici assoluti.  La Valle d’Aosta conserva parte di quella inestimabile storia e bellezza che il mondo intero ci invidia.

 

Il turismo valdostano è strettamente legato allo sviluppo dei beni storici, culturali e naturali, rendendo la nostra Regione un patrimonio di inestimabile valore. Tuttavia questo non è sufficiente: è necessario infatti sviluppare queste ricchezze, valorizzarle e renderle un’attrattiva unica e preziosa anche e sopratutto attraverso la collaborazione con i vari professionisti del settore (guide turistiche, maestri di sci, guide alpine, naturali). Ne consegue che è necessario investire in questo settore in maniera oculata e differenziata, accrescendone la qualità e la produttività.

Secondo Marco Carrel e la squadra di giovani che lo sostiene bisogna cambiare approccio, passando dalla strategia di valorizzazione dei vari settori a una vendita congiunta di tutti i prodotti culturali ed agroalimentari locali.

 

E’ necessario infatti progettare pacchetti mirati per aumentare la nostra offerta in ambito turistico, presentando ai visitatori che decideranno di soggiornare sul nostro territorio il marchio “Valle d’Aosta”, un Brand unico che contenga diversi servizi ed offerte. Troppo spesso si parla di turismo settoriale, distinguendo il turismo estivo dal turismo sciistico, il trekking dalla bici, lo sport dal turismo culturale. La Valle d’Aosta deve rispecchiare un unico concetto: chi viene in Valle deve poter avere a disposizione un’esperienza a 360° di quello che il nostro territorio e la nostra cultura possono offrire.

Ogni realtà ha le proprie peculiarità e come Regione dobbiamo investire e valorizzare questi aspetti, ponendo l’accento sulle caratteristiche di ogni comunità territoriale. Dobbiamo unire questi diversi turismi, oggi ancora troppo distanziati: bisogna quindi studiare dei pacchetti che associno la cultura con l’enogastronomia, l’enogastronomia con le Spa, le Spa con l’agricoltura, l’agricoltura con il trekking e così via.

 

Tutto ciò può essere realizzabile attraverso l’Office du Tourisme, un mezzo già esistente ma che deve essere valorizzato e responsabilizzato. La politica regionale deve dare gli obiettivi e l’Office du Tourisme deve esserne il braccio operativo. E’ necessario quindi strutturare questo ente in modo che si occupi della programmazione e della promozione del brand “Valle d’Aosta”, un brand che può e che deve diventare un’eccellenza riconosciuta e ricercata.

383 766 284